Le Sette Aje

RicetteLe Ricette di Donna Rosalia | #5 – Le Siringate
Le Ricette di Donna Rosalia - Le Siringate

Le Ricette di Donna Rosalia | #5 – Le Siringate

Le Ricette di Donna Rosalia | #5 – Le Siringate

Un dolce antichissimo, semplice e decisamente goloso: sono le Siringate le protagoniste della nuova puntata de Le Ricette di Donna Rosalia.
Farina, alloro, acqua, zucchero, olio e vino: pochissimi gli ingredienti, semplici e naturali, necessari per realizzare questo tradizionale dolce siciliano dalle origini davvero antiche. Tradizione vuole che questi deliziosi bastoncini fritti e ricoperti di zucchero accompagnassero già dai primi anni del Novecento i pranzi e le cene di tutte le case della zona dell’Agrigentino, anche di quelle più umili e modeste, dove veniva preparato dalle massaie in quantità davvero importanti quando queste avevano gli ingredienti a disposizione.
Così faceva Donna Rosalia durante la sua infazia, quando aiutava nonna Rosalia (come notate, è un nome a cui la famiglia è particolarmente affezionata e che si trasmette da nonna a nipote) ai fornelli, o meglio “al quadarune“. Tanto fu brava Donna Rosalia, da ricevere in regalo da sua nonna l’antichissimo stampo per la realizzazione delle siringate.
Nel tempo la ricetta delle siringate è cambiata: sono nate diverse varianti, tra cui la più famosa è quella che include la ricotta di pecora, resa ancora più golosa dall’aggiunta di gocce di cioccolato o scorzetta d’arancia. Le Siringate sono un dolce sfizioso da preparare in qualsiasi periodo dell’anno, eppure hanno un successo particolare nel periodo di Carnevale.
Pare che le siringate prendano il loro nome dall’attrezzo utilizzato per la loro realizzazione, che, per l’appunto, ricorda una siringa. I modelli più antichi sono in alluminio e legno, ad oggi in commercio ci sono modelli in plastica. Alternativamente, è possibile utilizzare una semplice sac à poche.
Nonostante la sua semplicità e la sua incredibile bontà, le Siringate sono un dolce in via d’estinzione: vengono preparate sempre di meno all’interno delle case e sono poche le pasticcerie che ancora si cimentano nella loro realizzazione.
Il cibo è cultura ed è per questo deve essere tutelato e protetto: anche con questo intento nasce questa rubrica, per conservare e diffondere, in qualche modo, le ricette che fanno la tradizione e la storia.
Ingredienti
Procedimento
Mettere l’acqua in una pentola capiente con l’alloro, lo zucchero, l’olio EVO e il vino, e riporre su fuoco medio. Appena l’acqua sarà ben calda (iniziano a comparire le prime bollicine ai lati), aggiungere la farina a pioggia impastando con un mestolo di legno con movimenti leggeri e circolari in modo da inglobare bene la farina ed evitare la formazione di grumi. Continuare a mescolare finchè la farina non sarà tutta inglobata nel composto. A questo punto, togliere dal fuoco e riporre l’impasto su un piano di lavoro spennellato con una buona quantità di olio EVO. Bagnarsi le mani con l’olio e impastare con movimenti veloci e decisi. Aggiungere eventualmente dell’olio nel momento in cui si nota che la pasta l’ha già assorbito tutto. Una volta che l’impasto sarà elastico e liscio, inserirlo all’interno dell’apposito stampo per la realizzazione delle siringate (qualora non aveste lo stampo, nessuna paura: è possibile usare una sac à poche con becco stellato). Creare dei bastoncini di circa 5-6 cm. A questo punto, mettete a scaldare l’olio di semi (o di oliva, come suggerisce Donna Rosalia) in un tegame a bordi alti e, non appena l’olio avrà raggiunto la temperatura ideale (175/180°C), riponete con cura le siringate fino a doratura. Quando saranno ben dorate, tiratele fuori aiutandovi con una schiumarola e mettetele su un vassoio con carta assorbente in modo tale da togliere l’olio in eccesso. Preparate a questo punto un piattino con dello zucchero e metteteci dentro le siringate ancora ben calde, in modo tale che si “impanino” con lo zucchero.Alternativamente, è possibile cospargerle con dello zucchero a velo, miele o cioccolato fondente sciolto. Le siringate sono ora pronte per essere servite… magari insieme a un bel bicchiere di Passito di Donna Rosalia!
Buon appetito!

Ti sei perso le ricette precedenti? Niente paura, le trovi sul nostro blog!
Episodio #1 – I Pasticciotti
Episodio #2 – Gli Sfinci
Episodio#3 – La Frutta Martonana
Episodio #4 – Li  Cucciddati
Puoi guardare tutte le video ricette di Donna Rosalia anche sul nostro canale YouTube!
X